Forum-Dialogo italo-russo della società civile

Emanuele Trevi presenta a Mosca il suo libro dedicato a Pier Paolo Pasolini

L'11 maggio il saggista e scrittore Emanuele Trevi insieme al traduttore Ghennadij Kiselev presenteranno a Mosca (Libreria «Moskva» - ul. Vozdviženka, 4/7, str. 1) l'edizione russa del libro «Qualcosa di scritto», informa l'Istituto Italiano di Cultura di Mosca. L'incontro inizia alle 18.00 e sarà svolto in lingua italiana con traduzione consecutiva in lingua russa. Ingresso libero.

La traduzione in russo del libro  «Qualcosa di scritto» (Editore Ad Marginem Press, 2016)  del saggista e scrittore Emanuele Trevi è un grande contributo alla migliore conoscenza in Russia di Pier Paolo Pasolini. Si tratta di una ricostruzione romanzesca, ma basata sulle implicazioni letterarie e storiche del ruolo giocato da Pasolini come intellettuale pubblico nell’Italia del boom economico. Crocevia dei temi del romanzo di Trevi e’ la  frequentazione di Laura Betti, l’amica più fedele dello scrittore friulano. Il punto di partenza è «Petrolio», l’ultimo e incompiuto scritto pasoliniano. Il romanzo di Trevi e’ un’opera originalissima e complessa, che susciterà certamente un forte dibattito.

Emanuele Trevi (nato a Roma nel 1964) svolge un’intensa attività di critico letterario ed è autore di undici libri fra saggi e opere narrative.

Fonte: http://bit.ly/26wqICy

02 maggio 2016