Forum-Dialogo italo-russo della società civile

E’ inaugurata la mostra online «Gran Tour. Fotografie di architetture e vedute d’Italia»

Fino al 28 febbraio 2021 è aperta al pubblico la mostra online «Gran Tour. Fotografie di architetture e vedute d’Italia», organizzata dal ROSPHOTO con il sostegno del Ministero per i beni e le attività culturali italiano, il Consolato Generale d’Italia in Russia e l’Istituto Italiano di Cultura a San Pietroburgo.

L’Italia, le sue vedute e i suoi monumenti hanno costituito nei secoli un punto di attrazione irrinunciabile per i turisti russi che, dal Rinascimento fino ai nostri giorni, hanno spesso scelto il nostro paese come meta d’elezione. I loro viaggi sono documentati in numerosi diari, pubblicati e non, ma anche dal riflesso che la loro ammirazione per l’Italia ha lasciato in indimenticabili opere letterarie.. A partire dalla seconda metà del XIX secolo, con la diffusione della fotografia, alle testimonianze scritte si aggiungono quelle per immagini, raccolte negli album acquistati dai turisti per portare con sé un pezzetto di Italia da conservare, ammirare nei momenti di nostalgia, mostrare agli amici o, anche, più semplicemente per abbellire la propria dimora. Si tratta di una documentazione storica non trascurabile che permette non solo di inoltrarsi nella storia del costume, ma anche di seguire i mutamenti del gusto e quelli più concreti delle città visitate.

La mostra Gran Tour Italia raccoglie una grande quantità di queste foto reperite negli archivi di Rosphoto e di Pavel e Anastasija Chorošilov e offre un materiale preziosissimo per lo studio del nostro paese, ma anche per la stessa storia della fotografia. Immergendosi nelle immagini è possibile, infatti, evidenziare non solo le città maggiormente visitate, ma riscoprire anche i nomi di celebri atelier fotografici del tempo, oggi purtroppo dimenticati e imprimere nella memoria collettiva il nome dei pionieri della nuova arte fotografica. Il tutto è arricchito da lettere e diari di viaggio, messe insieme con grande professionalità dai curatori della mostra.

Link per vedere la mostra: https://bit.ly/39h1ocq

18 gennaio 2021