Discussione «Immagine del paese all’estero: esperienza russa ed esperienza italiana»

: Trieste
: 26 November 2013

Per la prima volta le iniziative del Forum-dialogo sono state tenute in due città: lunedì 25 novembre, realizzato il Media Forum a Roma, e martedì 26 novembre il Business Forum a Trieste. Vladimir Putin ha seguito il formato del Forum: prima si sono svolti i lavori del Forum e dopo nella città è arrivato il Presidente della Russia.

Al mattino sono state avviate le riunioni del Business Forum nel bellissimo Teatro lirico Verdi. I partecipanti al Forum sono stati accolti dal Sindaco di Trieste Roberto Cosolini e dai Co-presidenti del Forum di Dialogo Vladimir Dmitriev e Luisa Todini. Dmitriev ha sottolineato che “questo Forum-dialogo è avvenuto e ha già avuto successo, perché tra i leader dei due paesi e rispettivi popoli si sono stabiliti rapporti meravigliosi”.

In seguito, sono intervenuti il Ministro dell’industria e commercio della Federazione Russa Denis Manturov e il Ministro dello sviluppo economico dell’Italia Flavio Zanonato, menzionando l’alto livello della collaborazione russo-italiana, soffermandosi in breve su alcuni progetti. Non solo progetti energetici, ma anche il progetto della costruzione dell’aereo per medie distanze SuperJet 100 e collaborazione nel campo della ricerca scientifica.

Come poi ha aggiunto Mikhail Shvydkoy, “il nostro è il paese dei matematici. Di solito sono loro a vincere in tutte le olimpiadi mondiali di matematica”, perciò con la Russia si deve collaborare non solo nel campo dell’estrazione delle risorse energetiche, ma anche nella sfera del turismo e scienze applicate.

Successivamente, è intervenuto Viktor Vexelberg, il Presidente della Fondazione “Skolkovo”, nella sala della conferenza c’erano presenti alcuni suoi collaboratori (il Vice-presidente della Skoltech Mikhail Miagkov e altri). Tutti i relatori hanno menzionato i documenti che fra poco, in presenza dei vertici, verranno sottoscritti al Forum. Si tratta di Franco Bassanin, il Presidente della Banca “Cassa Depositi e Prestiti”, Alessandro Castellano, il Presidente dell’Agenzia di credito dell’Esportazione SACE, Kirill Dmitriev, il Direttore generale del Fondo russo per gli investimenti diretti. Per esempio, il Fondo russo menzionato è convenuto con la struttura analoga italiana (Fondo Strategico Italiano) sull’istituzione della base finanziaria di 1 mld di euro per i progetti comuni (500 mln da ciascuna parte). Della collaborazione hanno parlato sia Alessandro Panza, il Capo della Finmeccanica, e Vincenzo Petrone, il Presidente della Fincantieri. Quest’ultimo ha informato che il giorno successivo dovrà ricevere la delegazione russa, alla quale farà vedere i propri cantieri (che per fortuna si trovano a soli 20 km da Trieste). Alla riunione hanno partecipato Serghey Chemezin, il Ministro del Governo di Mosca, Direttore del Dipartimento per i rapporti economici e internazionali per l’estero della città (che ha invitato le società  italiane a collaborare, sottolineando che il budget di Mosca ammonta a 25 mld dollari) e Anton Pak, il Direttore generale della Corporazione per lo sviluppo del Caucaso del Nord.

Boris Titov, l’Incaricato ufficiale per la protezione dei diritti degli imprenditori, ha raccontato della situazione in cui è diventato più facile sviluppare il business, risulta anche che egli stesso è incaricato a proteggere i diritti degli uomini d’affari non solo all’interno del paese, ma anche all’estero, per esempio, in Italia.

Dopo il pranzo è stata tenuta la sessione di lavoro dedicata al settore energetico e infrastrutture, in cui sono intervenuti il Direttore generale delle Ferrovie Statali Italiane Mauro Moretti, il Presidente della Corporazione riunita dell’industria aeronautica Mikhail Pogosian, il Presidente della società  “Yakhnich Motosport” Alexandr  Yakhnich, il Presidente del “Avelar Energy Group” Igor Akhmerov. Akhmerov ha sottolineato l’importanza mondiale delle fonti energetiche rinnovabili, e in particolare, in Russia, sebbene in Russia c’è abbastanza petrolio e gas. “In Russia ci sono leader mondiali come “Gazprom” e “Rosneft'”. Tuttavia, non vedo nessun ostacolo per l’istituzione di una società – leader mondiale nel campo di energia rinnovabile”,- ha aggiunto Akhmerov.

Il Presidente della Eni Giuseppe Recchi parlando di petrolio e gas ha sottolineato come questi ultimi è cambiato il mercato dei vettori energetici. Con tutta la loro importanza,  

“è la Russia che rimane il primo fornitore per l’Italia sia di petrolio, sia del gas. La Eni ha instaurato stretti rapporti di partnership con “Gazprom”, per esempio, nel campo della costruzione del gasdotto “Blue stream e “South stream”, - ha detto Giuseppe Recchi.

Al culmine del Forum si aspettano gli interventi di Vladimir Putin e Enrico Letta e la sottoscrizione in loro presenza di decine di accordi, però questa parte dell’evento è stata spostata alla Prefettura, sia le trattative, sia le conferenze stampe dei due leader.

Inoltre, nella Prefettura sono stati sottoscritti alcuni accordi. Il Memorandum d’intesa sulle clausole principali di partnership è stato sottoscritto dal Presidente della Fondazione “Skolkovo” Viktor Vexelberg e dal Presidente della società petrolifera Eni Paolo Scaroni (in merito all’istituzione del Centro di ricerca Eni a “Skolkovo”). Inoltre, Scaroni ha sottoscritto due accordi con il Presidente di “Rosneft” Igor Sechin sulle condizioni basiliari delle forniture reciproche di greggio e sulla collaborazione nell’attività di logistica.

La società “Posta della Russia” ha sottoscritto il Memorandum di sviluppo successivo e attivazione della collaborazione con “le Poste Italiane” e la società Selex ES, produttore degli impianti di automazione dei servizi postali di consegna. Da parte della “Posta della Russia” il Memorandum è stato sottoscritto dal Direttore generale Dmitriy Strashnov, da parte delle “Poste Italiane SpA” - dal Direttore generale Massimo Sarmi, da parte di Selex ES -  dall’Amministratore delegato Fabrizio Giualinini. Inoltre, il Presidente della banca VEB Vladimir Dmitriev e l’Amministratore Delegato dell’Agenzia statale di credito all’Esportazione SACE Alessandro Castellano hanno sottoscritto il Memorandum d’intesa.

Il programma della collaborazione nella lotta contro la criminalità è stato firmato dal Capo del Ministero dell’Interno russo Vladimir Kolokoltsev e il Vice Primo ministro, Ministro dell’Interno italiano Angelino Alfano. Il Capo del Ministero del Lavoro Maxim Topilin e il Ministro del lavoro e della politica sociale d’Italia Enrico Giovannini hanno concluso il Memorandum d’intesa e collaborazione nel campo sociale e occupazione. Il Memorandum di collaborazione nel campo della sanità pubblica è stato firmato dai Ministri dei rispettivi ministeri dei due paesi.

Il Memorandum d’intesa e collaborazione doganale è stato sottoscritto dal Capo del Servizio Federale Doganale Andrey Belianinov e dal Comandante della Guardia di Finanza d’Italia Severio Capolupo. I servizi doganali dei due paesi hanno concluso il Protocollo d’intesa e scambio d’informazione sulla merce trasportata tra i due paesi. Complessivamente al Forum sono stati siglati 28 accordi.

Alla conferenza stampa dei leader dei due paesi Vladimir Putin ha rammentato: “ l’Italia occupa il quarto posto tra i più importanti partner commerciali della Russia. L’interscambio commerciale bilaterale è in crescita, e nonostrante le difficoltà verificate nell’economia mondiale e russa, crescerà ancora. Ovvero, andrà oltre la soglia di 50 miliardi di dollari”. Il valore dell’interscambio nel 2012 è ammontato a 45,8 miliardi dollari, e da gennaio a settembre si è incrementato del 24%. “Insieme ai nostri partner italiani abbiamo posto l’obiettivo di passare alla cooperazione industriale a larga scala”,- ha sottolineato il leader russo.