Annunciati i vincitori del XII Premio letterario italo-russo «Raduga»

Si è tenuta il 18 giugno 2021 a Kazan’ (Federazione Russa) la cerimonia di premiazione della XII edizione del Premio letterario italo-russo «Raduga», organizzato da Conoscere Eurasia, dall’Istituto Letterario A.M. Gor’kij, in collaborazione con la Fondazione Russkij Mir e con il sostegno di Banca Intesa Russia e Gazprombank.

I quattro vincitori, due per ciascuna delle categorie (Giovane narratore dell’anno e Giovane traduttore dell’anno) per entrambe le lingue, sono stati scelti tra i venti finalisti, al termine di una selezione iniziata con ben 467 candidati. Gli elaborati sono stati decisi da una giuria italiana e una russa, composte da figure autorevoli del mondo della letteratura e dell’editoria dei due paesi.

La vincitrice della sezione italiana dedicata ai giovani narratori è Beatrice Salvioni (con Avere fede), mentre il giovane traduttore è Federico Borrelli (con Il ricordo di generazione in generazione di Anna Berezovskaja). Il giovane narratore russo vincitore è Artemij Leont’ev (con Sono la tua mamma), mentre la giovane traduttrice è Vladislava Syčëva. (con Avere Fede di Beatrice Salvioni).

Antonio Fallico, Presidente dell’Associazione Conoscere Eurasia e di Banca Intesa Russia, ha dichiarato: «Siamo orgogliosi della partecipazione registrata e della qualità degli elaborati vincitori. Il Premio Raduga, giunto alla dodicesima edizione, conferma la sua centralità all’interno del contesto geopolitico attuale, poiché consente di avvicinare e favorire il dialogo tra cultura italiana e russa, in un’ottica di reciproco scambio e arricchimento».

Alla cerimonia, tenutasi in presenza presso il Municipio di Kazan’, sono intervenuti: Ilsur Raisovich Metshin, Sindaco della città di Kazan’, Sergey Sergeevich Razov, Ambasciatore della Federazione Russa in Italia, Federico Sboarina, Sindaco di Verona, Olga Vadimovna Lein, Vice presidente del Consiglio di gestione di Banca Intesa Russia, Marat Faritovich Mukhametshin, Vice President – Branch Manager, Branch of Bank GPB (JSC) in Kazan, Nina Litvinets, componente della giuria russa, Maria Pia Pagani, coordinatore del Premio Raduga in Italia, Antonio Fallico, Presidente del Consiglio di Amministrazione di Banca Intesa Russia e di Conoscere Eurasia. La cerimonia è stata moderata da Anna Yampolskaya, coordinatore del Premio Raduga in Russia.

I racconti dei finalisti, tradotti dai rispettivi finalisti traduttori sono stati pubblicati nella nuova edizione dell'Almanacco letterario redatto dall'Associazione Conoscere Eurasia. I finalisti della sezione italiana dedicata ai giovani narratori sono Giovanni Giamboni (con il racconto Alba), Giuseppina Giordano (con La pelle), Giada Guassardo (con La guerra dei Nasi), Beatrice Salvioni (con Avere fede) e Andrea Zancanaro (con Oblio); mentre i giovani traduttori sono Federico Borrelli, Luca Cortesi, Rebecca Gigli, Federica Ruggeri e Giulia Sorrentino. I cinque giovani narratori russi finalisti invece sono Anna Berezovskaja (con il racconto Il ricordo di generazione in generazione), Evgenija Kazanceva (con L’uomo che sognava di vedere il Colosseo), Nadežda Laevskaja (con Tata), Artemij Leont’ev (con Sono la tua mamma), Marija Rybal’čenko (con Il monologo di Elena Pavlovna); mentre i giovani traduttori sono Ol’ga Komarova, Evgenija Litvin, Ekaterina Panteleeva, Svetlana Smaleva e Vladislava Syčëva.

La giuria nazionale italiana era composta dal presidente Carlo Feltrinelli (Presidente del Gruppo Feltrinelli e della Fondazione Giangiacomo Feltrinelli), da Biagio Goldstein Bolocan (scrittore specializzato in editoria scolastica e romanziere), da Maria Pia Pagani (professoressa dell’Università degli Studi di Napoli «Federico II» e autrice di saggi), da Giuliano Pasini (comunicatore e autore) e da Stefania Sini (professore associato di Letterature comparate e Letteratura italiana all’Università del Piemonte Orientale e critica letteraria).

La giuria nazionale russa era composta dal presidente Boris Nikolaevič Tarasov (professore ordinario, direttore del Dipartimento di Letteratura straniera dell’Istituto Letterario A.M. Gor’kij), da Nina Sergeevna Litvinec (editrice, critica letteraria e traduttrice), da Elena Leonidovna Pasternak (docente alla Facoltà di Filologia dell’Università Statale di Mosca Lomonosov, presidente della Fondazione Boris Pasternak), da Evgenij Michajlovič Solonovič (poeta, traduttore e professore ordinario dell’Istituto Letterario A.M. Gor’kij), da Aleksej Nikolaevič Varlamov (scrittore e filologo, è rettore dell’Istituto Letterario A.M. Gor’kij) e da Anna Vladislavovna Jampol’skaja (traduttrice, filologa e professore associato di Lingua e letteratura italiana all’Istituto Letterario A.M. Gor’kij).

Il Premio letterario italo-russo per giovani narratori e traduttori «Raduga» è stato fondato nel 2010 dall’Associazione Conoscere Eurasia di Verona e dall’Istituto Letterario A.M. Gor’kij di Mosca in collaborazione con Giangiacomo Feltrinelli Editore, nell’intento di rafforzare i rapporti culturali e letterari tra Italia e Russia e di valorizzare le opere di giovani narratori e traduttori, sia russi che italiani, dando loro la possibilità di trovare un editore e di confrontarsi con un più ampio numero di lettori. Il Premio si svolge con il sostegno di Banca Intesa e Gazprombank.

Per scaricare l’Almanacco letterario: https://bit.ly/3xSsoZk

24 June 2021