Le tecnologie del futuro sono presentate a Mosca

Tecnologie e prodotti dello Stabilimento biochimico di Kirov sono stati presentati a Mosca in occasione del seminario “La cooperazione internazionale nel campo delle bioenergie”. Il seminario è stato organizzato dal Centro di ricerche comuni della Commissione europea (Italia, Spagna) e dal Centro di ricerche scientifiche “Istituto Kurchatov” con il sostegno della piattaforma tecnologica “Bioenergia” e con il supporto della Società Russa di Biotecnologie Y.A. Ovchinnikov.

Durante due giorni, il 22 e il 23 ottobre, a Mosca sono stati riuniti i rappresentanti dei diversi paesi e delle imprese per discutere la cooperazione internazionale nel campo delle bioenergie. Il seminario è stato organizzato dal Centro comune di ricerca della Commissione europea (Italia, Spagna) e dal Centro di ricerche scientifiche “Istituto Kurchatov” con il sostegno della piattaforma tecnologica “Bioenergia” e con il supporto della Società Russa di Biotecnologie Y.A. Ovchinnikov.

Il seminario fa parte del Programma Esteso del Centro comune di ricerca della Commissione europea, ed è dedicato all’integrazione e alla cooperazione internazionale tra la Russia e l’Europa nel campo della bioenergia. La partecipazione al seminario è stata confermata dai rappresentanti di Belgio, Germania, Paesi Bassi, Francia, Norvegia, Finlandia, Albania, Serbia, Croazia, Montenegro, Turchia, Ucraina e Moldavia.

Durante la presentazione delle tecnologie e dei prodotti dell’impresa, il direttore tecnico dello Stabilimento biochimico sig. Andrei Gordin ha detto: “Lo stabilimento biochimico di Kirov è stato costruito come la prima azienda del settore microbiologico di grande capacità nella ex Unione Sovietica e in Europa per la riutilizzazione del legname e derivati, per la produzione di lievito da foraggio e furfurolo tecnico. È stata applicata la migliore tecnologia di produzione del lievito da foraggio elaborata dagli istituti del settore. Ora la tecnologia continua a migliorarsi in fabbrica.

Le strutture della fabbrica consentono di produrre più di 60.000 tonnellate di lievito da foraggio, quasi 4.000 tonnellate di furfurolo tecnico e 6.500 tonnellate di alcol furfurilico. Nello stabilimento è stato realizzato il progetto per la produzione di biocarburanti, secondo la norma europea, dei materiali vegetali non alimentari contenenti etanolo fino al 85 %. La società, avendo uno standard per questo tipo di prodotto, è pronta completamente per la produzione commerciale”.

Fonte: http://www.newsler.ru/economics/2013/10/31/texnologii-budushhego-predstavlenyi-v-moskve

31 October 2013