Gli alberghi italiani diventano «Russian Friendly»

Gli alberghi italiani che aderiranno all'iniziativa - informa una nota della Farnesina - potranno essere segnalati come «Russian Friendly» agli operatori del mercato russo. «Un mercato in fortissima crescita» - ha ricordato l'Ambasciatore Cesare Maria Ragaglini – «con un flusso di visitatori che nel 2013 ha superato il milione e 200 mila presenze con un indotto sull'economia italiana pari a oltre 1 miliardo e 300 milioni di euro». 

Come diventare «Russian Friendly'»: dalla realizzazione di pagine web in lingua russa, alla traduzione in russo della segnaletica interna, alla presenza di un receptionist o assistente russofono, anche in condivisione con altre strutture, alla disponibilita' di canali televisivi russi. Sono alcuni dei «consigli» suggeriti dal Decalogo, che si rivolge anche agli esercizi commerciali e ai negozi dove i russi amano acquistare il Made in Italy, ai quali viene richiesto il «tax free» e la disponibilita' di un «personal shopper». Nei prossimi giorni Federalberghi invitera' 27.000 strutture ricettive ad effettuare un checkup gratuito on line, che consentira' di rilevare la disponibilita' dei servizi «Russian Friendly».

Fonte: http://bit.ly/1o1K7Hd

20 May 2014